I cani e il dolore

Interessante esperimento condotto da alcuni ricercatori inglesi: i cani sembrano mostrare empatia anche con il dolore di persone a loro sconosciute. Ma che rapporto hanno i cani con il dolore e con la perdita?

cane e padrona malataChi possiede un cane può testimoniarlo con molta forza: i cani sentono il nostro dolore e fanno di tutto per consolarci. E fino a qui niente di nuovo. Però ci sono alcune ricerche scientifiche che affermano che la tendenza a consolare chi soffra non sia rivolta solo ai padroni ma anche a persone sconosciute. È quanto emerso da uno studio di alcuni ricercatori della Goldsmiths University of London basato sull’osservazione del comportamento di 18 diversi cani appartenenti a diverse razze ed età. L’esperimento ha messo in luce come la tendenza a consolare chi piange sia quindi una vera e propria indole naturale del cane.

Ai partecipanti umani all’esperimento è stato chiesto di canticchiare e ad altri di piangere. Questo per vedere come il cane reagiva a due comportamenti diversi ma entrambi insoliti. I cani hanno smesso di fare quello che stavano facendo avvicinandosi a quelli che stavano fingendo di piangere per leccare loro il viso e per consolarli. Se questo comportamento fosse spiegabile solo con la curiosità i cani avrebbero dovuto avvicinarsi nello stesso modo anche a chi canticchiava. E così non è stato.

Del resto l’atteggiamento che i cani hanno nei confronti del dolore o della morte è qualcosa che si sa e che non smette però di sorprendere e commuovere. Chi ha visto come reagisce un cane alla perdita di un suo simile può testimoniarlo. E che i cani provino dolore fu Charles Darwin a constatarlo per primo. Ciò che non è ancora chiaro è se i cani abbiano il senso della morte; il dolore per la perdita e il concetto di morte non sono esattamente la stessa cosa. Ma ciò che è certo è che i cani provano dolore come gli esseri umani e avvertono con chiarezza il dolore altrui.

E, secondo i dati emersi da una ricerca condotta da un’associazione americana, pare che oltre il 35% dei cani che ha perso un suo simile cominci a mangiare meno e oltre il 60% cominci a guaire più del normale. Ciò che colpisce è il 65% di cani che, dopo la perdita di un amico a quattro zampe, cambia quasi totalmente carattere.



Questa voce è stata pubblicata in Notizie e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Protected by WP Anti Spam